Perfezionare manualmente il boot loader Grub

Attenzione: Articolo tecnico scritto nel 2010! Segui a tuo rischio.

Cos’è grub

Grub è il Boot loader di molte distribuzioni GNU/Linux: un programma che parte all’accensione del PC per far scegliere da quale partizione o con quali altre opzioni avviare il PC.

Immagine di Grub

Puoi rimuovere tutti i menù inutilizzati e rinominare gli altri.

Piccola precauzione

Per ovvi motivi è bene copiare il testo del file /boot/grub/grub.cfg da qualche altra parte. Puoi farlo lanciando da terminale:
sudo cp /boot/grub/grub.cfg /boot/grub/grub.cfg.bak
Così se capita qualcosa, da Ubuntu Live possiamo mettere tutto come prima.

E’ poi importante non copiare e incollare indiscriminatamente il contenuto di qualsiasi guida direttamente nei file di sistema come quelli di Grub: I dati cambiano da computer a computer.

Semplifichiamolo

Per rinominare o rimuovere i menù inutili puoi modificare /boot/grub/grub.cfg in questo modo:

  • Applicazioni → Accessori→ Terminale
    gksudo gedit /boot/grub/grub.cfg

A questo punto si aprirà il file di configurazione di Grub: cerchiamo con CTRL+F la parola “menuentry” per evidenziare nel file gli elementi d’avvio.

Immagine del listato di grub offerta dal Reyboz Blog

Il primo menuentry che si evidenzierà, rappresenta Ubuntu, e si riconosce da:

menuentry 'Ubuntu, con Linux 2.6.32-25-generic' --class ubuntu --class gnu-linux --class gnu --class os {recordfail
insmod ext2
set root='(hd0,5)'
search --no-floppy --fs-uuid --set c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7
linux    /boot/vmlinuz-2.6.32-25-generic root=UUID=c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7 ro  vga=791 quiet  quiet splash
initrd    /boot/initrd.img-2.6.32-25-generic
}

Modifichiamo quindi solamente il titolo a nostro piacimento e lasciamo intatto tutto il resto in modo che risulti:

menuentry 'Ubuntu' --class ubuntu --class gnu-linux --class gnu --class os {recordfail
insmod ext2
set root='(hd0,5)'
search --no-floppy --fs-uuid --set c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7
linux    /boot/vmlinuz-2.6.32-25-generic root=UUID=c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7 ro  vga=791 quiet  quiet splash
initrd    /boot/initrd.img-2.6.32-25-generic
}

Osserviamo invece l’ultimo menuentry, esso rappresenta la nostra seconda partizione, nel caso di alcuni, ad esempio Windows XP.

menuentry "Microsoft Windows XP Home Edition (on /dev/sda1)" {
insmod ntfs
set root='(hd0,1)'
search --no-floppy --fs-uuid --set 661ccc411ccc0e4d
drivemap -s (hd0) ${root}
chainloader +1
}

Modifichiamo a nostro piacimento anche questo il titolo, in modo che risulti più semplice:

menuentry "Windows XP" {
insmod ntfs
set root='(hd0,1)'
search --no-floppy --fs-uuid --set 661ccc411ccc0e4d
drivemap -s (hd0) ${root}
chainloader +1
}

Invece, per nascondere le modalità ripristino basta aggirarli vendendoli come commenti, mutantoli da così:

menuentry 'Ubuntu, con Linux 2.6.32-24-generic (modalità ripristino)' --class ubuntu --class gnu-linux --class gnu --class os {
recordfail
insmod ext2
set root='(hd0,5)'
search --no-floppy --fs-uuid --set c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7
echo    'Caricamento Linux 2.6.32-24-generic...'
linux    /boot/vmlinuz-2.6.32-24-generic root=UUID=c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7 ro single  vga=791 quiet
echo    'Caricamento ramdisk iniziale...'
initrd    /boot/initrd.img-2.6.32-24-generic
}

A così:

# menuentry 'Ubuntu, con Linux 2.6.32-24-generic (modalità ripristino)' --class ubuntu --class gnu-linux --class gnu --class os {
# recordfail
# insmod ext2
# set root='(hd0,5)'
# search --no-floppy --fs-uuid --set c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7
# echo    'Caricamento Linux 2.6.32-24-generic...'
# linux    /boot/vmlinuz-2.6.32-24-generic root=UUID=c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7 ro single  vga=791 quiet
# echo    'Caricamento ramdisk iniziale...'
# initrd    /boot/initrd.img-2.6.32-24-generic
# }

Stessa cosa per i vari memorytest, che li facciamo diventare da così:

menuentry "Memory test (memtest86+)" {
insmod ext2
set root='(hd0,5)'
search --no-floppy --fs-uuid --set c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7
linux16    /boot/memtest86+.bin
}

A così:

# menuentry "Memory test (memtest86+)" {
# insmod ext2
# set root='(hd0,5)'
# search --no-floppy --fs-uuid --set c48efbff-0799-443a-bf46-8da16c687fe7
# linux16    /boot/memtest86+.bin
# }

Riavvio di ubuntu offerto dal Reyboz Blog

Infine salvando il file e riavviando il computer, vedrete il frutto delle vostre fatiche con una schermata pulita e molto più  apprezzabile che includerà soltanto:

-Ubuntu

-(vostro sistema secondario)

Velocizzare i processi di Windows in 10 minuti

Capita a tutti: il computer a volte è lento, ma per velocizzarlo senza installare programmi spazzatura possiamo sempre eseguire questo elenco di quattro semplici azioni facendo in modo che il computer ci ringrazi. Tempo stimato: 10 minuti.

Number one

(Pulizia della barra Windows: velocizzazione parziale)

  • Click destro sulla barra Windows
  • Click su Proprietà
  • Click su Personalizza

    Schermata di modifica della visualizzazione delle icone - Reyboz Blog

Ora comparirà una finestrella, sulla quale, dovremo spuntare ogni singola icona dei nostri programmi con: “Nascondi sempre” lasciando soltanto l’icona del volume e quella della connessione con “Mostra sempre, poi quando abbiamo finito, diamo Ok e chiudiamo la finestra.

E voilà!

Number two

(Eliminazione dei file di sola lettura inutili al computer: Aggiunta di spazio libero)

  • Recatevi in Start → Cerca
  • Inserite come oggetto da cercare: Documenti
  • Selezionare come data di ultima modifica: Sconosciuta
  • Inserire il nome del documento: .txt

Immagine della finestra di ricerca di Windows alla parola .txt, compaiono file di sola lettura come file di testo di licenza e di Copyright, o di guida ai programmi: inutili al computer. Offerto dal Reyboz Blog picture by valeriobozzolan Finestra di ricerca di Windows alla parola .txt, compaiono file di sola lettura come file di testo di licenza e di Copyright, o di guida ai programmi: inutili al computer. Offerto dal Reyboz Blog

Ora controllate che non ci siano file di vostra creazione, se ciò accade copiateli e incollateli sul Desktop, altrimenti potete tranquillamente selezionare tutto ciò che state visualizzando e dare un bel:

Tasto destro → Elimina (o Sposta nel cestino)

Svuotate il cestino, e voilà! Spazio libero aggiuntivo e velocità aumentata!

Number three

(Eliminazione totale dei programmi inutili o fantasma: Velocizzazione parziale + Aggiunta di spazio libero)

Se siete in Windows XP:

  • Start → Pannello di controllo → Installazione Applicazioni → Cambia Rimuovi Programmi

Se siete in Windows Vista o 7:

  • Start → Pannello di Controllo → Programmi → Disinstalla programmi

Immagine della finestra di disinstallazione dei programmi in Windows XP, offerta dal Reyboz Blog

A questo punto date un occhiata a tutti i programmi che vedete, e fate piazza pulita di ciò che sapete di non usare più o che non avete mai usato.

(Nota: Sembra ovvio ricordare di non disinstallare programmi inizianti con “Microsoft” o con “MX”)

Date applica, chiudete la finestra, e Voilà, spazio libero aggiuntivo e velocità aumentata!

Number four

(Eliminazione totale dei programmi all’avvio non necessari: Esponenzializzazione della velocità di accensione)

Se avete Windows XP:

  • Date Start → Esegui…
  • Digitate “msconfig” (senza apici)
  • Date Ok

Se avete Windows Vista o 7:

  • Date un clic destro sul desktop
  • Scegliete: Nuovo → Collegamento
  • Inserire nella finestra del collegamento “msconfig” (senza apici)
  • Date Avanti → Ok

Ora si aprirà il programma Msconfig, recatevi nella sezione Generale e spuntate la casella

“Avvio selettivo”

Quindi attendete che il programma finisca di caricare, e recatevi nella sezione Avvio.

A questo punto, deselezionate tutti i programmi che conoscete (possibilmente non l’antivirus) e date ok.

Riavviate come richiesto, e voilà, avete accelerato l’accensione!

Se avrete fatto tutto come mostrato, sarà molto, ma molto più veloce. Se invece volete far tornare tutto come prima eseguite il Passo quattro selezionando, Avvio completo.

Buona navigazione.

Ubuntu – Effetti grafici mozzafiato con Compizconfig

CompizConfig è lo strafamoso programma per la gestione grafica ubuntiana, che permette di ottenere animazioni mozzafiato.

Schermata di amministrazione degli effetti grafici di CompizConfig per Ubuntu - Reyboz Blog

Partiamo con l’installazione.

  • Applicazioni → Ubuntu Software Center
  • Nella barra di ricerca e digitiamo CompizConfig
  • Trovato CompizConfig diamo Clic → Installa

Al termine dell’installazione cerchiamo il nostro CompizConfig in Sistema → Preferenze → Gestore configurazione CompizConfig, o da Ubuntu 11.10 cercando Compiz Config utilizzando la ricerca nella “Home della dash”.

Pur essendo di interfaccia intuitiva chiariamo come impostare gli effetti più accattivanti dove occorre passare a rassegno alcune impostazione apparentemente complicate.

Proviamo ad associare alla chiusura di una nostra finestra l’effetto Lampada magica:

  • CompizConfig → Effetti → Animazioni
  • Ripristiniamo le impostazioni predefinite delle Animazioni di Apertura cliccando sui due simboli a Scopetta a destra (o le icone a forma di freccia, a seconda della versione).
  • Selezioniamo nella tabella la prima voce (Planata 2, o Glide) e diamo un clic sul bottone modifica
  • Si aprirà una finestrella, da impostare così:

Effetto di apertura: Lampada magica

Durata: 1000 (millisecondi)

  • In seguito diamo clic su Chiudi

A questo punto restando sempre nella stessa finestra abilitiamo le modifiche spuntando il riquadro “Abilitare «Animazioni»” et voilà. Queste impostazioni possono essere applicate anche alle Animazioni di chiusura e alle Animazioni di minimizzazione delle finestre, ma possiamo scegliere la durata degli effetti e gli effetti stessi a nostro piacimento.

Personalizziamo con cura le Animazioni delle nostre Finestre, e se capitano problemi, basterà cliccare sui simboli a scopetta (o di frecce) per tornare alle impostazioni predefinite.

Nota Bene

Nel caso che Compizconfig non funzionasse correttamente, provare ad aprire il terminale e digitare questo comando dando Invio:

compiz --replace

Ora dovrebbe funzionare.

Nota Bene 2
Se desideri anche installare altri effetti extra come la chiusura a fuoco delle finestre, usa invece questo comando:

sudo apt-get install compiz-fusion-plugins-extra

In caso di errori commentate!