Automatizzare mouse e tastiera di un PC

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto vi sia scritto. Nello specifico, l’autore prova conati di vomito al solo pensiero di consigliare software non-libero ad un lettore.

Questi contenuti comunque rimarranno online per aiutare a ricordarsi di quanto si era ignoranti in Informatica solo pochi anni fa e di quanto sia stata sottile la linea che mi separava da Aranzulla.

P.S.
Se trovi un’altra guida del genere in Internet senza un simile disclaimer, insulta immediatamente quell’autore.

Possono capitare situazioni in cui sarebbe comodo registrare una sequenza di azioni da mouse e tastiera, da poter far ripetere al PC quante volte si vuole, a che velocità si vuole e in che momento si vuole.

Uno dei migliori programmi per fare tutto questo è MacroMaker. Con MacroMaker chiunque può automatizzare il proprio PC.

Purtroppo nel momento della scrittura di questo articolo MacroMaker supporta soltanto Windows 95, 98, NT, 2000, 2003 e XP… Nelle versioni successive a XP (come Vista,  7 e 8…) MacroMaker potrebbe non funzionare affatto.

MacroMaker - Automatizza il tuo PC/files/2013/01/macroMaker-300×98.jpg” width=”300″ height=”98″ /> MacroMaker

Iniziamo subito a provare MacroMaker se abbiamo una versione di Windows compatibile, e scarichiamolo dal sito ufficiale:

Andiamo nella cartella dove è stato scaricato, (C:/Documents and Settings/Nome Utente/Documenti/Download), ed estraiamolo.

Click destro in Windows XP su un file zippato

In seguito entriamo nella cartella estratta e lanciamo l’installazione aprendo il file MacroMakerInst.msi. Se l’installazione non termina correttamente, probabilmente sono da eseguire anche i restanti file contenuti nella cartella estratta, prima di rilanciare MacroMakerInst.msi.

Dopo l’installazione sarà visibile nella barra delle applicazioni la seguente icona:

Barra Applicazioni Windows XP - MacroMaker

Significa che MacroMaker è operativo, ed è pronto per essere configurato.

Cliccando su di essa finalmente si aprirà l’interfaccia del programma.

MacroMaker Screenshot

  1. Dall’Add di destra, si può decidere di fare una registrazione di azioni (mouse/tastiera).
  2. Dall’Add di sinistra, si può creare le macro da eseguire (e includere le registrazioni fatte da destra).
  3. In seguito si salva e si Esegue.

Lasciamo alcuni video per poter addentrarsi nel programma più facilmente. Buon utilizzo :D

Fare screenshots con Windows

Potrebbe, per alcuni, sembrare l’argomento di questo articolo ovvio e/o banale; mentre potrebbe invece per alcuni altri rivelarsi un “trucchetto” comodo ed utile da poter utilizzare nelle più svariate occasioni.

Fare uno screenshot significa di per sè immortalare ciò che viene visualizzato in un determinato istante sul monitor del tuo computer.

Per farlo vi sono, certamente, molti programmi ma quello di cui parleremo ora è un metodo che non richiede in alcun modo l’utilizzo di programmi aggiuntivi.

Vi saranno necessari soli 3 passaggi:

  1. Per fare lo “scatto” vi basterà premere il pulsante “Stamp” (che potreste anche trovare con il nome “Print/Screen/SysRq”) nella parte in alto a destra di praticamente tutte le tastiere per PC in commercio.

    Print screen - Reyboz Blog

  2. Aprire l’applicazione “Paint” (di serie su tutti i PC Windows) e premere la combinazione “Ctrl + V” per incollare.
    Ora vi ritroverete l’immagine scattata precedentemente, incollata su Paint.
    Non vi resta che salvare il tutto!
  3. Premete: File → Salva con nome…  ora, dopo aver scelto la destinazione di salvataggio del file, sotto “Nome file” mettete (naturalmente) il nome con cui volete che venga salvata l’immagine; invece  sotto “Salva come” selezionate dal menù a tendina il formato JPEG e premete su “Salva”. Avrete così salvato uno screenshot in modo facile e veloce e soprattutto senza l’utilizzo di software aggiuntivi!

Catturare video e foto da webcam su Windows

E’ vero…  A primo impatto potrebbe sembrare abbastanza scontato l’argomento di questo articolo, invece è un “problema” che ricorre sovente tra gli utenti che hanno acquistato un notebook o un netbook con webcam integrata a Windows.

Evitando di generalizzare troppo, alcuni pc al momento dell’acquisto hanno già installati “di fabbrica” i driver per il funzionamento della webcam con alcuni software di comunicazione come ad esempio Skype piuttosto che Messenger.

Ma se volessimo semplicemente registrare un video o più semplicemente scattare una foto dalla nostra webcam e salvarla nei documenti?

Le webcam esterne che compriamo a parte formiscono insieme un CD con i programmi che permettono di farlo, ma ad esempio il mio PC portatile Acer con webcam integrata sul quale ora stò lavorando sotto Risorse del Computer elenca la periferica webcam ma consente soltanto di scattare foto e basta! Esattamente come moltissimi altri modelli di PC attualmente sul mercato.

Dunque… Come ricorrere a questo spiacevole inconveniente?

Una risposta a tutti i nostri problemi è Debut Video Capture [DOWNLOAD] [Sito ufficiale] che ci consente di scattare foto e registrare video dalla nostra webcam ma anche di fare degli screen recording del nostro computer!

Debut video capture software - Reyboz Blog

L’interfaccia grafica è semplice ed intuitiva e non necessita quasi di spiegazioni aggiuntive.

Nel menù orizzontale in alto possiamo scegliere tra “device” per scattare o registrare da webcam e “Screen” per fare uno screen record, una volta selezionata l’azione che vogliamo svolgere in basso troveremo in base a ciò che si è scelto i tasti per scattare o avviare, fermare o mettere in pausa.

Potremo anche scegliere il formato che preferiamo per i nostri video.

La “sezione” Options” è molto vasta e ben articolata e offre una personalizzazione delle preferenze molto buona ciò nonostante credo che le impostazioni di default siano già le migliori, a parte dove vengono salvati i file che finiscono tutti (video e foto) sotto la cartella “Debut” in “Video”

Divertitevi a registrare e scattare anche su Windows!

 

Suonare un pianoforte sulla tastiera di Windows

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto qui vi sia scritto. Nello specifico, l’autore prova conati di vomito al solo pensiero di consigliare software non-libero ad un lettore.

Questi contenuti comunque rimarranno online per aiutare a ricordarsi di quanto si era ignoranti in Informatica solo pochi anni fa e di quanto sia stata sottile la linea che mi separava da Aranzulla.

P.S.
Se trovi un’altra guida del genere in Internet senza un simile disclaimer, insulta immediatamente l’autore.

Immagine emulatore musicale per Windows - Reyboz BlogSiccome abbiamo già parlato di funzioni per emettere un suono dal Pascal oggi ne citeremo un’ulteriore per leggere un carattere alla sua sola pressione: potremo così ad esempio creare un piccolo programma per suonare dal vivo dalla tastiera del pc.

Approfondimento per i neo programmatori in Pascal

Il programma sommariamente segue questo piccolo schema logico:

  1. Si richiede un input
  2. Continua se il carattere è una cifra da 0 a 9; altrimenti -> punto 1
  3. Continua se il carattere non è zero; altrimenti -> punto 7
  4. Impostare frequenza (hz) e testo (nm) a seconda del carattere inserito
  5. Suonare la frequenza e scrivere il testo.
  6. Torna al punto 1
  7. (Fine del programma)

In linguaggio Pascal l’input immediato (senza premere invio) si ottiene con X=READKEY, al posto del classico readln(x). In questo modo appena si premerà un tasto, si otterrà X. Da notare che con il metodo Readkey l’input non viene scritto sullo schermo…

Ecco dunque il listato dell’intero programma Reyboz Sound:

PROGRAM REYBOZ_SOUND; USES CRT;
VAR X:CHAR; HZ:INTEGER; NM:STRING;
BEGIN
CLRSCR;
WRITELN('Inserisci da 1 a 9 per suonare, 0 per uscire.');
WHILE(X<>'0')DO BEGIN
REPEAT;
X:=READKEY;
UNTIL (X='0')OR(X='1')OR(X='2')OR(X='3')OR(X='4')OR(X='5')OR(X='6')
OR(X='7')OR(X='8')OR(X='9');
CASE X OF
'1': BEGIN HZ:=262; NM:='DO ';END;
'2': BEGIN HZ:=294; NM:='RE ';END;
'3': BEGIN HZ:=330; NM:='MI ';END;
'4': BEGIN HZ:=349; NM:='FA ';END;
'5': BEGIN HZ:=392; NM:='SOL';END;
'6': BEGIN HZ:=440; NM:='LA ';END;
'7': BEGIN HZ:=494; NM:='SI ';END;
'8': BEGIN HZ:=523; NM:='DO+';END;
'9': BEGIN HZ:=587; NM:='RE+';END;
END;
SOUND(HZ);
WRITE(NM,' ');
DELAY(100);
NOSOUND;
END;
WRITELN('Fine programma.');
READLN;
END.


Comunque sottolineiamo che per utilizzare il nostro Reyboz Sound non occorre essere geni d’informatica in quanto dal link citato in alto si ottiene un exe (e gli exe partono con due clic…). Ricordiamo inoltre a tutti i possessori di computer a 64 bit che il Turbo Pascal e i suoi derivati non funzionano o fanno capricci su Windows 7, quindi prendetevela con Bill se qualcosa non funziona sul vostro 7! ;) Buon Reyboz Sounding a tutti!

Trasformare una webcam in telecamera di sicurezza

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e nel frattempo il software in questione è morto. Chiudi questa scheda e fai altro nella vita.

Oggi parlemo di un programma capace di trasfomare la tua webcam in una telecamera sensibile al movimento: non appena un corpo si avvicina ad essa, rimarrà immortalato all’interno di una foto salvata in una cartella a tua scelta. Il programma è software libero (e gratuito) si chiama Dorgem ed è disponibile per Windows ed è adattabile per Ubuntu (vedi Wine).

Immagine di Hal origine: 2001 Odissea nello Spazio

Dorgem è scaricabile facilmente attraverso la loro pagina Ufficiale, che però non è munita di una gran guida per l’utilizzo e quindi come al solito ci dovranno pensare i loro utenti: Scarichiamo il programma in .exe (da qui), installiamolo, e lanciamolo. Vedremo una piccola finestra nella quale, cliccando su Options dovremo spuntare le seguenti:

  • √ Minimize to system tray
  • √ Use motion detection
  • √ Reconnect if…1 minuts
  • √ Show message boxes

Poi recandoci su Store setting, clicchiamo su Add, spuntiamo File, e compiliamo il modulo in questo modo:

  • Name = Foto-%G-%g
  • √ Enable
  • Interval= 30 Seconds

E, attenzione, nel Filename dovremo scegliere la cartella da utilizzare per salvarci dentro le foto scattate dalla nostra webcam, e sarà importante dopo averla scelta, inserire nella finestra che comparirà il seguente nome file:

Foto-%G-%g

Quindi tornando al menù di prima e spuntando solo più “√ Reset time when not stored”, e dando ok avrete finalmente la vostra webcam impostata come una minaccia fotografica per qualunque oggetto in movimento, se volete poi decidere di far partire Dorgem all’avvio beh: guardate qui. Occhio alla memoria del computer: Dorgem vi riempie se avete l’abitudine di tenerlo acceso durante la vostra entrata…

Alla prossima!

Semplice emulatore vocale per Windows

Vorremmo proporvi un piccolo programma per l’emulazione vocale perfettamente funzionante in Windows.

Immagine del Reyboz voice offerto dal Reyboz blog

Permette di scrivere a tastiera un testo, di farlo leggere dalla macchina, di modificarne la velocità di lettura e il timbro di voce.

Molto divertente per doppiare i nostri filmati.

Cliccando sul link otterrete il classico file da zippare con all’interno diversi file, tra cui:

  • Reyboz_setup
  • Reyboz_setup2
  • Reyboz_voice

Cliccate su ognuno di essi in quest’ordine e rispondete di sì ad ogni messaggio di richiesta.

Buon emulatore vocale a tutti. Buona navigazione.

Velocizzare i processi di Windows in 10 minuti

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto qui vi sia scritto. Nello specifico, l’autore prova conati di vomito al solo pensiero di consigliare software non-libero ad un lettore.

Questi contenuti comunque rimarranno online per aiutare a ricordarsi di quanto si era ignoranti in Informatica solo pochi anni fa e di quanto sia stata sottile la linea che mi separava da Aranzulla.

P.S.
Se trovi un’altra guida del genere in Internet senza un simile disclaimer, insulta immediatamente l’autore.

P.P.S.
Se Microsoft Windows è lento è perché sei un po’ coglione a usarlo. Anche se fosse veloce saresti comunque un po’ coglione ad usarlo. Scopri la filosofia di GNU.

Capita a tutti: il computer a volte è lento, ma per velocizzarlo senza installare programmi spazzatura possiamo sempre eseguire questo elenco di quattro semplici azioni facendo in modo che il computer ci ringrazi. Tempo stimato: 10 minuti.

Number one

(Pulizia della barra Windows: velocizzazione parziale)

  • Click destro sulla barra Windows
  • Click su Proprietà
  • Click su Personalizza

    Schermata di modifica della visualizzazione delle icone - Reyboz Blog

Ora comparirà una finestrella, sulla quale, dovremo spuntare ogni singola icona dei nostri programmi con: “Nascondi sempre” lasciando soltanto l’icona del volume e quella della connessione con “Mostra sempre, poi quando abbiamo finito, diamo Ok e chiudiamo la finestra.

E voilà!

Number two

(Eliminazione dei file di sola lettura inutili al computer: Aggiunta di spazio libero)

  • Recatevi in Start → Cerca
  • Inserite come oggetto da cercare: Documenti
  • Selezionare come data di ultima modifica: Sconosciuta
  • Inserire il nome del documento: .txt

Immagine della finestra di ricerca di Windows alla parola .txt, compaiono file di sola lettura come file di testo di licenza e di Copyright, o di guida ai programmi: inutili al computer. Offerto dal Reyboz Blog picture by valeriobozzolan Finestra di ricerca di Windows alla parola .txt, compaiono file di sola lettura come file di testo di licenza e di Copyright, o di guida ai programmi: inutili al computer. Offerto dal Reyboz Blog

Ora controllate che non ci siano file di vostra creazione, se ciò accade copiateli e incollateli sul Desktop, altrimenti potete tranquillamente selezionare tutto ciò che state visualizzando e dare un bel:

Tasto destro → Elimina (o Sposta nel cestino)

Svuotate il cestino, e voilà! Spazio libero aggiuntivo e velocità aumentata!

Number three

(Eliminazione totale dei programmi inutili o fantasma: Velocizzazione parziale + Aggiunta di spazio libero)

Se siete in Windows XP:

  • Start → Pannello di controllo → Installazione Applicazioni → Cambia Rimuovi Programmi

Se siete in Windows Vista o 7:

  • Start → Pannello di Controllo → Programmi → Disinstalla programmi

Immagine della finestra di disinstallazione dei programmi in Windows XP, offerta dal Reyboz Blog

A questo punto date un occhiata a tutti i programmi che vedete, e fate piazza pulita di ciò che sapete di non usare più o che non avete mai usato.

(Nota: Sembra ovvio ricordare di non disinstallare programmi inizianti con “Microsoft” o con “MX”)

Date applica, chiudete la finestra, e Voilà, spazio libero aggiuntivo e velocità aumentata!

Number four

(Eliminazione totale dei programmi all’avvio non necessari: Esponenzializzazione della velocità di accensione)

Se avete Windows XP:

  • Date Start → Esegui…
  • Digitate “msconfig” (senza apici)
  • Date Ok

Se avete Windows Vista o 7:

  • Date un clic destro sul desktop
  • Scegliete: Nuovo → Collegamento
  • Inserire nella finestra del collegamento “msconfig” (senza apici)
  • Date Avanti → Ok

Ora si aprirà il programma Msconfig, recatevi nella sezione Generale e spuntate la casella

“Avvio selettivo”

Quindi attendete che il programma finisca di caricare, e recatevi nella sezione Avvio.

A questo punto, deselezionate tutti i programmi che conoscete (possibilmente non l’antivirus) e date ok.

Riavviate come richiesto, e voilà, avete accelerato l’accensione!

Se avrete fatto tutto come mostrato, sarà molto, ma molto più veloce. Se invece volete far tornare tutto come prima eseguite il Passo quattro selezionando, Avvio completo.

Buona navigazione.

Magnifica Dock circolare per Windows

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto qui vi sia scritto. Nello specifico, l’autore prova conati di vomito al solo pensiero di consigliare software non-libero ad un lettore.

Questi contenuti comunque rimarranno online per aiutare a ricordarsi di quanto si era ignoranti in Informatica solo pochi anni fa e di quanto sia stata sottile la linea che mi separava da Aranzulla.

P.S.
Se trovi un’altra guida del genere in Internet senza un simile disclaimer, insulta immediatamente l’autore.

Una bellissima applicazione per Windows è la dock circolare, inventata da ormai parecchi anni ma piuttosto sconosciuta al mondo…

Dock circolare per Windows - Reyboz Blog

Bella e gratis. Utile per tenere le icone in modo ordinato senza occupare tanto spazio.

Passi per l’installazione su Windows XP, Vista e 7:

  • Scaricare da  qui
  • Cercare il file sul desktop o nella cartella Documenti → Download
  • Selezionare il file CircleDock…
  • Tasto destro → Estrai tutto

Dopo l’estrazione, selezionate la cartella e trascinatela nel menù di avvio delle applicazioni in questo modo:

  • Fate in modo che la cartella estratta dal download sia ora sul desktop
  • Tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, cliccate sulla cartella della dock trascinandola sul simbolo start
  • Aspettate che si apra la finestra di start e recatevi in Programmi (o Tutti i Programmi)
  • Arrivati in Tutti i Programmi riponete il file in Esecuzione Automatica.

Domande frequenti

Perchè non vedo più la dock?

Perchè scompare, per rivederla basta andare in basso a destra (area di notifica) e cliccare sull’ icona chiamata “CircleDock”.

In ogni caso la Dock  scompare perchè nelle sue impostazioni predefinite è impostata per scomparire al click, ma potete settarla anche con altre opzioni in questo modo:

  • Clic destro sul simbolo della Circle Dock (nell’area di notifica) → selezionare Setting
  • Quando si apre una finestra cliccare su General
  • Su general selezionare al posto di  “Z- Level”, “Normal”.

E rimarrà lì.

Come  impostare che scompaia ad un mio comando?

In questo modo:

  • Clic destro sul simbolo della Circle Dock in basso a sinistra → Setting
  • Si aprirà una finestrella, recarsi su Toggling con 1 clic
  • Sul menù “Toggle Visibility Mouse Button” selezionare “MButton”
  • Sul menù “Show Dock When I Move…” e selezionare “Screen Right Edge”.

In questo modo, sia mandando il mouse nell’angolo in alto a destra dello schermo, sia cliccando la rotellina del mouse (per chi c’è l’ha) la Circle Dock comparirà o scomparirà…

Come impostare la lingua italiana?

  • Clic destro sul simbolo della Circle Dock in basso a sinistra → Setting
  • Recarsi in Language.

A questo punto selezionate il file chiamato Italiano e date Ok.

Buona CircleDock a tutti! Se qualcosa non funziona non esitate a commentare.