Apple Peel Yosion 520 1G

L’Apple Peel è un accessorio molto particolare studiato per i nostri iPod touch prodotto dalla Yosion Technology che promette di “trasformare” (previa Jailbreak) un iPod touch in un iPhone.

Il Peel è di per se una sorta di custodia:

La sua particolarità è il connettore dock sul fondo, infatti quando inseriremo l’iPod touch facendolo slittare dall’alto verso il basso esso si connetterà e verrà riconosciuto dal dispositivo come un auricolare.
Sul retro del Peel possiamo notare uno “sportellino”:

Che se rimosso, da accesso al vero e proprio cuore del Peel, ovvero il vano per la batteria, il pulsante di avvio/spegnimento e l’alloggiamento per la SIM:

Sarà dunque sufficiente inserire nell’apposito vano la propria scheda SIM e premere per qualche secondo il tasto di avvio per far si che il dispositivo si accenda emettendo un segnale audio.
Adesso potete connettere il vostro iPod touch attraverso il connettore dock nel modo indicato poco fa. Ma prima, per far si che il tutto funzioni è necessario installare l’applicazione che vi consentirà di inoltrare/ricevere chiamate e messaggi, per farlo vi basterà andare su Cydia ed aggiungere questa repo: http://yosion.net/cydia/ e da quest’ultima installare  l’App “YosionApp” in base alla vostra versione di iOS. Ma per una guida più dettagliata riguardo a questi ultimi passaggi vi rimando alla guida sul sito ufficiale.
Terminati questi passaggi non vi resterà che avviare il dispositivo dalle impostazioni situate nell’applicazione per le chiamate.
Il vostro iPod touch è ora pronto per poter svolgere tutte le funzioni che prima il vostro cellulare faceva in più di lui.

Avvertenze…

L’Apple Peel NON è un prodotto ufficiale Apple di conseguenza il suo funzionamento non può essere sempre garantito.
Ci teniamo a sottolineare che un iPod touch abbinato ad un Apple Peel NON può comunque eguagliare le prestazioni di un iPhone.
QUESTA GUIDA E’ VALIDA  SOLO CON  iPod Touch DI 1°, 2° e 3° GENERAZIONE, PER LA GENERAZIONE E’ INVECE NECESSARARIA LA 2° GENERAZIONE DI Apple Peel.

Nintendo DS – Modificare i livelli di New Super Mario Bros

NSMB Editor (New Super Mario Bros Editor) permette di stravolgere completamente un qualunque livello di New Super Mario Bros e di modificarlo sul proprio computer a rigor dei più intimi schiribizzi grazie ad una interfaccia grafica piuttosto semplice. Ovviamente prima bisogna essere in possesso delle ROM di gioco. Per chi possiede una Wii sappia che NSMB Editor esiste anche per loro…

Ecco una parte di un livello progettato completamente da noi grazie a NSMB Editor. ;)

NSMB Editor - Reyboz Blog

Preparazione

  1. Ottenere la ROM di New Super Mario Bros da uno dei seguenti siti: CoolRom (zip), Rom-nintendods (rar), Megaupload (rar) (Aggiornamento: Megaupload è stato chiuso dal Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti il 19 gennaio 2012).
  2. Oltre alla ROM ci serve un buon emulatore, cioè un programma che simuli il Nintendo DS sul nostro computer per provare subito le modifiche fatte. Fra i tanti consigliamo No$gba per Windows, scaricabile dal sito della Emubase.
    Se usate No$gba per emulare New Super Mario Bros preverrei ogni vostro spavento nel vedere questo errore quando tenterete di caricarlo col gioco: “Saved data could not be read. Turn off & reinsert the Game Card“.

    Errore No$gba New Super Mario Bros - Reyboz Blog

    Ciò si risolve andando su No$gba nel menù “Options“→”Emulation Setup” e impostando il menù “NDS Cartdridge Backup Media” su “FRAM 32KBytes” come da immagine.

    Impostazioni No$gba New Super Mario Bros - Reyboz Blog

    Se il vostro computer non fosse esattamente Speedy Gonzales abbassate la qualità audio nel menù “Sound Output Mode” ed in “Sound Desired Sample Rate“, e se non bastasse abbassare la voce “Multiboot Normal/Burst Delays” su “Fast/Fast”, e provate a settare la voce “Emulation Speed, LCD Refresh” su “Unlimited MHz Disaster 10%” (Quelt’ultima opzione lo farà schizzare come un anguilla, se non volete vedere Mario svolazzare come un moscerino carico di propano lasciatelo impostato su “Realtime, Auto“).

  3. Ora che dovreste avere un emulatore perfetto, scarichiamoci l’editor: Da Romhacking (zip), o da Google Code (zip).

Usare NSMB Editor

NSMB Editor sembra graficamente molto semplice. Si immagina, si paciocca, si salva ed è fatta! A sinistra il bottone Objects ci permette di scegliere e di piazzare gli oggetti sulla mappa (prato, scatola, moneta ecc..), mentre usando il bottone Sprites sfrutteremo tutto ciò che è dinamico (Fuoco, lava, acqua, nemico, pulsante ecc). La maggior parte di questi Sprites si possono configurare a proprio piacimento cambiando il codice in “Sprites Data” di cui consigliamo di leggerne le funzionalità su questo forum grandioso: NSMB Hacking.

E siccome dubitiamo profondamente che tu non inciampi nei nostri stessi problemi… invece che un sano “Arrangiati”, chiudiamo con qualche “Tips and Triks” che troverete raramente tutti insieme, fidatevi, torneranno utili!

  • Ho problemi con la visuale… Come faccio?
    Può capitare che alcuni livelli che creerete richiedano una visuale che sia simile a quella dei tipici livelli delle Torri… per intenderci, che la visuale vada su quando Mario va su, che essa vada giù quando Mario va giù… Non così scontata! Ciò si può risolvere allargando la Views sulla mappa, ma se ciò non bastasse (e spesso non basta) provate drasticamente a esportare una mappa da un livello Torre e ad importarla nel livello in cui state lavorando. Perderete quel livello… ma la grafica sarà a posto. :D Purtroppo è l’unico rimedio che abbiamo scovato, e perfavore, se ne trovate di migliori, avvisateci accidenti!
  • Alcuni sprites sono a sfondo rosso invece che a sfondo blu e sono inutilizzabili… Come mai?
    Dai un occhiata a Level Configuration -> Sprite Set (nella finestra di NSMB Editor, durante l’editor di una mappa, nella barra in alto).
  • Voglio trasformare il livello 1 da una collina armoniosa ad un inferno di lava. Come faccio?
    Dai un occhiata a Level Configuration-> Graphics.
  • Per ridimensionare facilmente un qualsiasi oggetto tieni premuto Shift e trascinalo con il mouse.
  • Per copiare facilmente un qualsiasi oggetto tieni premuto Ctrl e trascinalo con il mouse.
  • Ti è permesso anche modificare i livelli dove si gioca in modalità multiplayer “Mario vs Luigi”… guarda meglio il menù principale di NSMB Editor!

Presto il mio carissimo amico Sabia Giovanni, alias Sylar SweeEmo,  che ringrazio per la soffiata sull’esistenza di NSMB Editor, ci fornirà di un meravigliosa guida da lui creata contenente l’elenco completo di tutti gli Sprites utilizzabili nell’editor, arricchito con tutte le opzioni che siamo riusciti a scovare in aggiunta a quelle che ci sono scritte nei forum principali che si vedono in rete.

Sbrigati Sabia, aspettiamo te! :D Buon “editoring” a tutti…

Aggiornamento: Nasce la prima guida Italiana sugli Sprites di NSMB!

Ora disponibile: nsmb.reyboz.it

Reyboz Music plugin per WordPress

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto vi sia scritto. Nello specifico, è da deficienti vantarsi di avere un plugin di WordPress che trasmette un video a caso da YouTube ogni giorno, fra l’altro senza dire che tutti i brani sono coperti da SIAE e non li puoi riprodurre liberamente in pubblico.

Questi contenuti comunque rimarranno online per aiutare a ricordarsi di quanto si era ignoranti in Informatica solo pochi anni fa e di quanto sia stata sottile la linea che mi separava da Aranzulla.

P.S.
Se trovi un’altra guida del genere in Internet senza un simile disclaimer, insulta immediatamente quell’autore.

É ormai terminata la fase di “test-crash” e siamo felici di pubblicare direttamente su queste pagine la versione ufficiale di un plugin sviluppato dal Reyboz Blog e dedicato a tutti coloro che amano la musica:

Il Reyboz Music plugin, appunto.

Monoscopio - Prova online del Reyboz Music - Reyboz Blog

Il Reyboz Music plugin sarà visibile a tutti i visitatori che passeranno da questo istante in poi sulle nostre linee web, offrendo in loro tributo un brano, scelto da voi, su tutte le pagine del nostro sito, che cambierà automaticamente allo scadere della mezzanotte e verrà sostituito con un altro dalla nostra lunga Playlist…  sperando che sia di spunto per favorire il buon’umore! Terminata totalmente la fase di Prova per questa “Beta” probabilmente renderemo pubblici i listati di tutto il nostro semplice applicativo affinchè possa essere d’aiuto per sviluppare o migliorare questo piccolo software a tutti i “piccoli sviluppatori” come noi.

Se hai tempo/voglia può darsi che tu abbia un ottimo brano da consigliarci, e se ciò fosse, scrivici un commento.

Nel caso che il tuo brano venga accettato ti avviseremo quando sarà pubblicato e allegheremo il tuo nome per ringraziarti di aver contribuito ad allargare la nostra Playlist giornaliera.

Che altro dire se non…

Reyboz Music – The simple playlist!

Connectify – Creare Hotspot o reti Wi-Fi dal PC tramite Tethering

Vi piacerebbe trasformare il vostro computer portatile con Windows in un comodissimo modem Wi-Fi?
Beh… con Connectify questo diventa possibile! Come?

Connectify è un programma utilizzabile (purtroppo) esclusivmente su Windows e consente attraverso un’interfaccia molto chiara ed alla porta di tutti di “convertire”  la connessione alla quale è collegato il PC con installato Connectify in un segnale Wi-Fi esattamente uguale a uno di quelli “sparati” da un comune modem Wi-Fi.
Ad esempio poniamo che io possieda un PC con Windows collegato tramite ethernet (LAN) e desideri far si che quel PC trasformi quella connessione in segnale Wi-Fi: è possibile con Connectify!
Vediamo come procedere: Una voltra scaricato ed installato Connectify non sarà necessario installare nient’altro infatti anche i driver necessari per il funzionamento sono compresi nell’installazione del programma che si presenterà così:

Sarà solamente necessario scegliere un nome e se lo volete anche una password per la futura connessione Wi-Fi e riportarlo sotto i rispettivi campi (Wi-Fi Name e Password). Ora non vi resta che scegliere (dal menù a tendina della voce Internet) la connessione alla quale siete connessi che verrà “trasformata” in segnale wireless. Per avviare la connessione secondo le impostazioni che avete precedentemente settato vi basterà  cliccare su “Start Hotspot”, così tutti i vostri dispositivi con connessione wireless troveranno una nuova connessione Wi-Fi chiamata, naturalmente, come avete deciso nel passi precedenti.
Quando vorrete interrompere la connessione Wi-Fi dovrete soltanto cliccare su “Stop Hotspot”.
Comodo vero? Concludendo vorrei dire che naturalmente la potenza del segnale è inferiore a quella di un modem Wi-Fi ma è comunque più che buona e per un alloggio di medie dimensioni è praticamente perfetto!

Universal chip resetter – Aumentare la durata delle cartucce delle stampanti

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto vi sia scritto. Nello specifico, è da deficienti consigliare l’acquisto di teorico, cioè finchè la stampante non la fa sostituire. Se questo chip anticipa la morte reale della cartuccia (cosa che sembra avvenire in modo particolare nelle stampanti Epson) si può ricorrere a piccoli apparecchi che appoggiati al chip del toner azzerano il loro contatore così da sfruttarli fino al loro reale svuotamento.

Ecco come si presentano i chip resetter:

Resetter per cartucce Epson - Reyboz Blog

Segnaliamo in seguito alcuni indirizzi dove poterne acquistare intorno ai 10 euro…

  • Qui – Su Cartucce.com
  • Qui – Su eBay Classico
  • Qui – Su ShopMania
  • Qui – su Inkiostro.it

Quelli citati sono soltanto per dare qualche riferimento. Il loro uso è banale: si appoggia la cartuccia e si aspettare che un LED avverta che la procedura di reset del chip della cartuccia è terminata.

10 messaggi gratis dal web ogni giorno (Veloce registrazione)

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto qui vi sia scritto. Nello specifico è da deficienti promuovere servizi di rete proprietari tramite titoli acchiappa-click, fra l’altro senza essere pagati per farlo.

Questi contenuti comunque rimarranno online per aiutare a ricordarsi di quanto si era ignoranti in Informatica solo pochi anni fa e di quanto sia stata sottile la linea che mi separava da Aranzulla.

P.S.
Se trovi un’altra guida del genere in Internet senza un simile disclaimer, insulta immediatamente l’autore.

Proponiamo con questo modulo l’invio di 10 messaggi al giorno tramite SMSad.

Si richiede soltanto una veloce registrazione con cui si riceve un codice PIN personale direttamente sul proprio telefono: clicca sul punto interrogativo nel modulo in basso per iniziare subito a inviare i tuoi messaggi.

Al contrario di altri il servizio offerto dalla SMSad è sempre disponibile, non vi sono limitazioni sugli operatori e l’invio è immediato.

http://www.smshosting.it

Qualche parola per l’anniversario del Reyboz!

Vogliamo ringraziare in poche righe le bravissime persone che sono giunte da noi e che ogni tanto si fanno sentire lasciando qualche amabile commento agli articoli che scriviamo con tanta pazienza, poichè da soli, non saremo mai sopravvissuti al tempo che i licei assorbono: tenersi stretta questa passione non è sempre facile…

Happy birthday - Reyboz Blog

Proprio oggi con una modesta quantità di orgoglio è arrivato un giorno che abbiamo appunto commemorato tramite una simbolica stretta di mano davanti all’internet point dove, un anno esatto fa, stavamo lottando per decidere come chiamare il nostro piccolo progetto in fasce. Una scelta che toccò a Rey… dopo che ci rendemmo conto che un ipotetico ‘Bozrey Blog’ sarebbe stato foneticamente improponibile!

Mentre patetico era il giuramento, nero su bianco, che ci siamo imposti di rispettare per evitare che qualcuno dei due giocasse scherzi… anche se da quando siamo su un .it gli scherzi c’è li ha sempre fatti il nostro personale Hoster, che ha scoperto in ritardo alcune falle nei sistemi, portandoci a linea spenta per qualche giorno… :)

Bando ai ricordi, siamo finalmente contenti di poter vedere i risultati delle nostre serate e di tutti i nostri piccoli sacrifici, promettendo di continuare condivivere con voi ogni nostro sapere ancora per molto a lungo.

Speriamo di cuore che il Reyboz sia sempre gradito… grazie!

Francesco Reymondet, Valerio Bozzolan

Potente generatore di password indecifrabili

Premessa

Questo articolo è molto vecchio e l’autore di questa pagina nel frattempo è maturato un filino culturalmente e quindi si vergogna molto di quanto qui vi sia scritto. Nello specifico è da deficienti promuovere un mio servizio di rete per generare una tua password, quando potresti digitare caratteri a caso sulla tastiera invece che esporre la tua password a me.

Questi contenuti comunque rimarranno online per aiutare a ricordarsi di quanto si era ignoranti in Informatica solo pochi anni fa e di quanto sia stata sottile la linea che mi separava da Aranzulla.

P.S.
Se trovi un’altra guida del genere in Internet senza un simile disclaimer, insulta immediatamente l’autore.

Non è la prima volta che vedo sulla bacheca di Facebook qualche profilo completamente devastato dal solito burlone, loggato all’insaputa del proprietario… ma accidenti è normale poichè la maggior parte delle persone sceglie password talmente banali che persino Salvatore (ebbene sì proprio quello) saprebbe azzeccarle!

E siccome password come “123 asd 123 asd” sono purtroppo molto frequenti, sarebbe una buona idea rivedere le credenziali di tutti i propri account usando il NOSTRO eccezionale Generatore di Passphrase! che da ora in poi andrà in aiuto a quei disgraziati che per pigrizia metterebbero persino il nome della propria email come password.

Ecco l’anteprima del nostro bel Passphrase Generator:

Passphrase Generator - Reyboz Blog

Ah! e se possiedi anche tu un blog o un sito internet, perchè non ci aiuti a fare piazza pulita di password banali, fornendo anche tu sulla tua piattaforma un Passphrase Generator? Basta seplicemente inserire questo codice da qualche parte all’interno del tuo sito e comparirà esattamente dove tu lo inserirai! Prova!

 

<iframe src='http://password.reyboz.it' scrolling='no' frameborder='0' style='border:none; overflow:hidden; width:200px;height:230px;' allowTransparency='true'></iframe>

Come funziona

Il NOSTRO Passphrase Generator è realizzato con il linguaggio di programmazione lato server PHP, che genera una password molto complessa (appunto non più password ma passphrase) formata da un cheeseburger di caratteri alti, cifre, caratteri bassi e caratteri speciali. Più precisamene in quest’ordine:

A..Z  + 0..9 + a..z + %.. + a..z + 0..9 + A..Z

Scegliendo l’opzione Normale si ordinerà al generatore di produrre una passphrase di 8 caratteri ma soltanto composta da lettere e numeri, mentre selezionando Impossibile e Folle, reciprocamente di 15 e 40 caratteri, si sfornerà una mega password completa di ogni sorta di carattere, sparati consumando all’osso la funzione random! :P

Roba, a proposito di cose.